Al Cairo tra piramidi e moschee

Cairo - Moschea di AlabastroLe crociere sul Nilo sono generalmente abbinate ad un soggiorno di due o tre giorni al Cairo, la capitale egiziana. I motivi per visitare la vivace città sono numerosi, a partire dalle celebri piramidi di Cheope, Chefren e Micerino nella Piana di Giza. O per la Sfinge: la più grande statua monolitica del mondo, costruita circa 4.500 anni fa.
Un’altra meta irrinunciabile è il Museo Egizio, con decine di statue monumentali, tra cui l’imponente colosso di Amenhotep III e la scultura del re Djoserj; la paletta del re Narmer, risalente a 5.000 anni fa, e i reperti trovati nella tomba di Tutankhamon.
Vengono poi le moschee, come quella di Mohamed Alì, detta comunemente Moschea di Alabastro perché ha le pareti ricoperte da questo materiale, o quella di Hassan, classico esempio di arte mamelucca antica.
La moschea di Ibn Tulun, edificata tra l’876-879 d.C. è tra le più antiche e maestose di tutto l’Egitto. Non bisogna neppure dimenticare il mercato di Khan El Khalili, uno dei bazar più grandi del mondo, e il Cairo Copto, costituito dalla città fortificata di origine romana, oggi sacra per cristiani copti, ebrei e musulmani. La visita non è completa senza una sosta al Caffè El-Fishawi, storico bar frequentato nel passato dallo scrittore Nagib Mahfuz, Premio Nobel per la Letteratura, che dal 1773 serve ottimi tè alla menta e caffè, accompagnati da narghilé con tabacco aromatizzato.

Codici sconto

Seguici su Facebook