Abruzzo: 110 chilometri di piste

Con il 75% del territorio posto al di sopra dei 700 metri di quota l’Abruzzo è un’ottima meta per gli amanti degli sport invernali. Il comprensorio di Roccaraso-Aremogna-Montepratello, in provincia dell’Aquila, propone un bacino sciistico con trenta impianti di risalita, centodieci chilometri di piste – anche con neve programmata – oltre a tracciati per lo sci da fondo, lo sci-escursionistico e lo snow-board.
La stazione sciistica di Vallefura, a Pescocostanzo, rappresenta un’alternativa interessante con le sue belle piste, servite da due nuovi impianti di risalita, lo snowpark, il baby garden e il centro sci fondo del bosco di S.Antonio. Le piste di Passo Lanciano-Majelletta, all’estremità settentrionale del crinale principale della Majella, sono apprezzate per l’ottimo innevamento e per i panorami che offrono agli sciatori, che spaziano dalle vette più alte dell’Appennino fino al mare Adriatico. Ai piedi del ripido versante occidentale della Majella si trovano invece gli impianti di Campo di Giove, che salgono fino a 2.350 metri, la quota più alta raggiungibile in Abruzzo dagli sciatori servendosi di impianti
di risalita. La piste da sci non finiscono qui. Si scia anche a Scanno, nel territorio del Parco Nazionale d’Abruzzo; sulle piste di Passo Godi, al confine tra le due aree protette dell’alta Valle del Sagittario e l’Alto Sangro; ad Ovindoli nell’Altopiano delle Rocche, e a Campo Imperatore, in vista dei 2.912 metri del Corno Grande, la vetta più elevata del Gran Sasso e dell’Appennino. Per scoprire tutte le piste da sci dell’Abruzzo si può consultare il sito http://neve.abruzzoturismo.it

Codici sconto

Seguici su Facebook