Come usare la patente italiana all’estero

Viaggiare per l’Europa in piena libertà con la propria auto è il sogno di vacanza di molti, sopratutto giovani, ma basta prendere e partire?

La patente italiana è certamente valida in tutti i paesi dell’Unione Europea, ma bisogna ricordarsi di portare sempre con se la carta verde che certifica la copertura assicurativa del veicolo anche fuori dai confini italiani.
Normalmente viene consegnata dalla propria compagnia di assicurazione ad ogni rinnovo della polizza. Nel caso non ne siate in possesso va richiesta alla propria compagnia assicurativa o in alternativa alla frontiera.
Alcuni paesi fuori dall’Unione Europea richiedono invece un permesso internazionale di guida che si può richiedere agli uffici della motorizzazione. Per avere informazioni più dettagliate consigliamo una visita al sito del Ministero dei Trasporti.
In alcuni paesi per l’accesso alle autostrade è necessario acquistare anticipatamente un contrassegno speciale da applicare al vetro, con costi e durata variabili, che è possibile acquistare alla frontiera.

Queste norme generali valgono anche per chi decide di raggiungere più comodamente la propria meta in aereo, ma decide di noleggiare una macchina per non rinunciare alla libertà di spostamento. In questo caso c’è inoltre da verificare la propria età: alcuni paesi europei prevedono un età minima (di solito 20 o 23 anni) e in qualche caso anche un età massima (65 o 70 anni).

Subscribe / Share

Article by Giancarlo Spadini

Authors bio is coming up shortly. Read 120 articles by
It's very calm over here, why not leave a comment?

Leave a Reply




Codici sconto

Seguici su Facebook